Castel di Casio

Protesta per degrado Sae Marche

"Oggi dall'Appennino marchigiano siamo a Bologna per consegnare al Cns (Consorzio nazionale servizi) parte di quell'immondizia che loro stessi hanno destinato ai terremotati in questi mesi. Con questo "regalo" vogliamo ribadire a chi pensa di speculare sui terremotati in qualsiasi forma, sia essa politica o economica, che non lo permetteremo". Il collettivo di associazioni 'Terre in Moto Marche', spiega così l'iniziativa messa in atto questa mattina per protestare contro lo stato di degrado in cui verserebbero le Sae (Soluzioni abitative in emergenza), le casette che ospitano le persone colpite dal sisma del 2016. "Muffa e funghi spuntano dai tetti e dai pavimenti" fa sapere l'associazione, che questa mattina ha lasciato alcuni sacchi di immondizia davanti alla sede bolognese del Cns, il consorzio che "nel 2015 è risultato il primo aggiudicatario della gara d'appalto indetta da Consip Spa per conto del Dipartimento della Protezione Civile e ha costruito gran parte delle casette con problemi".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie